Home Staging 

#04 – Alessia Perlini, da architetto ad home stager: la rinascita

Language:
home stager storie di home stager perchéstorie di home stager perché ascoltiamodalla viva voce di una home stager o diun home stager la sua storia personaledi come si è avvicinata di come si èavvicinato questa professione per capiredi più e trarre dei suggerimenti di vitaprofessionale utili anche per noi cheascoltiamo perché qui non ci interessail più bravo o il meno bravo liste ogruppi leader o non leaderparliamo prima di tutto di persone edella loro storia personale prima diascoltare il prossimo ospite ti ricordoche è il podcast è stato realizzatograzie al supporto della home stagingschool il punto di riferimento per laformazione di home stager professionistiil sito da visitare e on stage in schoolpunto.it ed ora passiamo subitoall'ospite di questa puntatabuon ascolto home stager le storie dellahome stager cioè degli home staging cosafa l'home staging cosa portata da alcuniprofessionisti come è cambiata la lorovita oppure quale la storia cos'è chepossiamo apprendere e ad oggi ho ilpiacere di avere ospite di questopodcast alessia perlini ciao ciao 20alessia quando noi iniziamoall'interno di questo episodio laprimissima domanda è quella di capirechi è l'ospite che cosa sta facendo inquesto momento io rubo questo termineche la fotografia esatta di questoistante cosa ci dici se io sono alessioperlini architetto e da qualche tempoanche home stager ero specializzata indesign e poi mi sono appassionata se noninnamorata di questa nuova professionediciamo quindi ecco in questo momento sipuò riassumere così dove che fai questosvolge questa attività allerona a veronadicevi da quanto tempogiusto per ribadirlo e adesso sono dueanni ok due anni allora co2cerchiamo di costruire insieme la tuastoria personale la tua storiaprofessionale allora io ti chiedo aidato già qualche indizio del fatto chesei architetto quindi è stato questovalore aggiunto l'home staging che poiha voluto aggiungere appunto nel tuopercorso formativo e ti chiedo ieriprima cioè prima di avvicinarti a l'homestaging oltre si è detto qualcosa peròmi piace anche capire quadrini tuoiinteressi che condizioni cioè sai sonoquei momenti in cui uno poi individuanonuova un brava valore cosa cambia alloraprima come ti dicevo ero moltocome dire incentrata sull'interiordesign proprio a livello di progettistaquindi mi occupavo del progetto un po a360 gradi ma ero sempre comunque conl'occhio agli interni ai dettagli quindidi fatto ero sempre molto alla ricercadei particolari che potevano abbellirele case e cosa è successo che era un poin una fase di cambiamento probabilmenteavevo voglia di novità e di conoscerecose nuove e un po per fortuna un poperché così mi piace leggere curiosarein giro sono venuto a contatto conquesta professione e di conseguenza nonho potuto fare a meno che cercare distudiarla e poi ovviamente di applicarlefarla diventare mia quindi ecco ero inuna fase in cui si era molto tempo chefacevo lo stesso lavoro e mi sentivo unpo di allargare i miei orizzonti escoprire qualcosa di nuovo e magarianche un po più vicino a me ecco perchépoi interior design sempre molto belloma erano proprio i dettagli forse che mimancavano che spesso quando fai unprogetto grande poi alla fine fai faticaad arrivare proprioa quelli che sono i particolari edettagli quelli minimi di una casa di unappartamento a proposito di particolarialessia facciamo finta insomma dizoomare su questa foto del tuo passatoudc mi sono avvicinato al home stagingche cosa è successo ciò che cosa checosa è letto che cosa ti ha appassionatocosa che ha portato lì proprio a questocambiamenti ricordi quel momento che hadetto beh ma tra l'altro anni è statoveramente non so se un colpo di fortunao che si sono allineati gli astri chenascono con la scritta osteggi sullatesta no allora stavo leggendo sole24orequesto raccontata veramente a un saccodi persone e niente leggo mmst agingdico ma questa parola che parola stranacioè comunque una parola nuova e quindisai la novità vai subito a leggerecercare di capire l'articolo di cosaparla leggo e più leggo c'è più piùleggevo la definizione più dicevo maquesto è quello che voglio fare io cioèalla fine fotografia comunicazioneinterni dettagli arredamento c'è avevoperso completamente il lume dellaragione tra da lì mi sono informatasempre di più nel senso che ha detto noassolutamente devo scoprire di che cosasi tratta nel dettaglio e poi da lì èiniziato tutto il percorso nel senso cheda questo momento flashpoi si è fatto veramente un mondoincredibilequindi tu sei una di quelle che seiarrivata a fare le tue ricercheattraverso la parola precisa il globestaging che cos'è insomma ecceteraeccetera l'atto è partito tutto cosìperò c'è anche una cosa che magaripotremmo soffermarci un po di più sulfatto che tu dici ok mi sono avvicinataho visto questa parola sono sono statecosì rapita dalla curiosità ma poi cosati ha fatto dire benissimo da curiositàla faccio diventare una professione oper lo meno o perlomeno avvio mi avvioverso un percorso professionale ma ilfatto che comunquemetteva insieme tante cose che per meerano comunque parte che mi piacevanocome passione ma che ritenevo fosseroanche importanti da un certo punto divista perché comunque stravolgecompletamente il mio aspettoprofessionale nel senso mentre prima c'èla progettazione che finisce lì quicomunque hai anche quella risvoltopratico è come dire di aiuto degli altriperché se è vero che se progetti unacasa ai utp deve andarci a vivere peròqui aiuti veramente tante persone noperché c'è chi deve vendere c'è chi deveacquistare c'è l'agente immobiliare chedeve fare da tramite quindi alla finemette insieme una serie di di persone diattività e una serie di vantaggi che poiti danno anche quella soddisfazione nodi aver detto wow è comunque fatta anchequalcosa che è positivo per dellepersone quindi diciamo che mi è propriomia proprio colpito come comeprofessione ecco credo mi abbia ancheabbastanza cambiata come persona adessone parliamo di questo cambiamentointanto ti chiedo quali sono stati deltu e le tue i tuoi criteri di sceltaquale dice questo percorsoin pratica ci racconti un po questoaspetto perché uno immagino sempre chequando nel momento in cui avvia decidedi fare un percorso ci sono delledomande dove a volte insomma come contisi è mossoma allora io per così poco per come sonofattatendenzialmente senza formazione non mimuovo sarà che appunto dal mondodell'architettura dove abbiamo un ordineche comunque ci obbliga a fare dellaformazione continua personalmente non mela sarei mai sentita di produttivitàdentro aver fatto minimo di studi e o dicorsi quindi la prima cosa in assoluto èstato andare a guardare dove potevoandare a fare delle attività formativepoi vabbè sembra un po in tutta italiaio ho scelto quella che per me era lapiù comoda e la più vicine che misembrava comunque più più ricche dicontenuto ovviamente è sempre un po unsalto nel vuoto no perché se non l'haimai fatto prima non sai bene se nonconosce nessuno che l'ha già fatta cuichiedere cerchio un po di andare in baseal tuo istintoperò devo dire che comunque si èrivelata una scelta vincente perchéaltrimenti essendo proprio unaprofessione diversa dalla mia diversa daquella dell'architetto standard daquella dell'intero designer standardcome la conosciamo tanti aspetti anchedi marketing poi aspetti pratici dellagestione dell'attività stessanon credo che sarei stata in grado difarli quindi tutte le domande che avevopoi si sono sciolte facendo comunquedella formazione di qualche non so chehai scelto che magari che ci staascoltando non lo sa allora io ho sceltoodio il nome preciso adesso ti ricordianche l'indirizzo dai lo stage scola amilanoil nome era tanto no no ma solo genericosull'homepage dai quello per iniziareche ti ho chiesto di darmian climaxscherzo scherzo per dare un'indicazioneperché sai magari racconta e annatasenti passiamo invece a quello che èstato il subito dopo nel senso che unavolta che tu hai preso questo bagagliodi informazioni ai è appreso qual era ilmarketing della comunicazione su unsacco di tasselli quel bisogno diandrini bisognavano promettere insieme efarli coincidere con quella che eraanche una tua formazione per cui pensoche tu abbia trovato dei punti diincontroti chiedo quali sono state le tueprincipali difficoltà professionali daquel momento e come le ha affrontateallora le principali tante difficoltà madai è quel momento in cui agli strumentiperò ancora non sei proprio in grado dimetterla in pratica no quindi la primafase è quella un po di cercare di fareil punto della situazione io devo direla verità mi sono riguardate ristudiatamille volte le cose e ho cercato cioè ilprimo problema era piano d'azione nelsenso come mi come mi muovo rispetto aqueste informazioni che ho acquisitoquindi la prima cosa da fare per me èstata comunque mettere un nero subianco quelli che dovevano essere glistep principali e cioè non solo dalpunto di vista come dire mio personalecome mi muovo ma anche come comunico conl'esterno ma anche poi effettivamentequando parte il primo lavoro che cosadevo fare quindivabbè io sarà che sono una persona un poperché deve sempre organizzare tuttoperò diciamo che per me è stato moltoutile prendere i concetti farli unpochino più mieie cercare subito di attivarmi in questosenso devo dire che non ho aspettatoveramente neanche un giorno dal chip permia a programmare un po come muovermi suun po tutti gli aspetti chiaro che comedicevi tul'attività di primaro natività diversa equindi ho dovuto un po capire sganciarmiun po dall'attività precedente anchecome mentalità per cercare di entrare dipiù nell'aspetto on stage che appunto ècompletamente diverso sia come approcciolavorativo che come comunicazioneinsomma è proprio diverso quindi unattimo come hai affrontato questo primoliceo motivando cosi scoglio perché haidetto di emozioni che dei fattidiventare tour a uno di questi che poile ha affrontate che cosa hai fattoma in pratica dici sì sì sì anche inpratica gli piaceva l'idea è che dicel'ho fatta mia quindi questo cambiamentotuo questa cosa che ha reso tua che mipiace moltose ti ricordi qualcuno così ma alloraguarda se vuoi ti dico anche proprio nelpratico il primo allestimento primoallestimento e ovviamente noto di ansiaperchè dici tavole no no no non l'ha maifatto primaprima progettavo c'erano delle personeche per me venivano ii e facevano delcose già adesso devo io comunque averenon solo il tempo di progettarla maanche di farlaquindi in sostanza il primo allestimentoho veramente scritto l'impossibile iosono una che scrive un sacco c'è propriomi sono scritto a tutti i punti dellecose che dovevo fare delle cose chedovevo fare prima che dovevo faredurante che dovevo fare dopoperché c'è tutta la parte comunque distudio del target progettazione degliinterni andare a riferire questi interniandare su scritto un libro no veramentelo scherzo aveva scritto di tuttoperò è stato utilissimo perché poi èanche tutto quello che dovevo fare dopoquindi dopo le foto come era meglio ricontattare i clienti per dargli tutto ilmateriale soprattutto ad una gestioneanche un po della persona no e tuttoquello che dovevo fare in ottica di sitointernet post su facebook ho scrittoveramente un sacco di cose però questomi ha aiutato poi dopo nel senso che laprima volta era delirio ma la secondagià avevo tutta una traccia che avevatra l'altro potuto sistemare in corsod'opera con il primo e adesso è tuttoautomatico quindi si va beh sono un popazza dice però stai dicendoera interessante questa bibbia che tuhai scritto magari ancora un altro cheaveva scritto una più importante di viasenza togliere niente a te però sentitoparlare prima delle come cambia la tuavita appunto è cambiata e cosa intendicosa cosa dici quando è cambiata ècambiato in modo di vedere le cose checosa è successo allora è cambiato sisono cambiate tante cose un po perchésecondo me in generale non tanto per lostage in quando ti butti in una cosanuova e le dica riesce a parte la chec'è che riesce a farla di tdc messo madai allora sono ancora in grado di seibrava esatto di dajla pack quindi questoin generale poi nello specifico comunquesono entrata in contatto con una seriedi persone nuove che mai mi sareiaspettata ho aperto tutta una serie direti di contatti su verona che prima nonsapevo nemmeno che esistessero e poi siaappunto a livello di soddisfazionepersonale probabilmente perché mi sentopiù cioè di seguire più qualcosa che miappassiona scusa mi appassiona tantomi sa proprio cambiata nel senso che misento più più soddisfatta ecco ingenerale poi ti dico c'è un'altra cosache forse un po brutta da dire però è laveritànel momento in cui progetti per qualcunaltro tu fondamentalmente ti annulli noperché comunque a casa di una personache vuole realizzare la casaadesso sto parlando dell'interior designcome preferisce ma è giusto che sia cosìdevi un po scendere a compromessi conchili appunto il tuo cliente mentre conl'home staging devo dire la partecreativa e molto libera certo tu deviimpostarla per un certo target però poidi fatto come sviluppi il progetto èmolto personale e questo sì devo direche a me piace molto ecco sentitoqualcosa che credi di rispetto a primauna competenza una conoscenza che èparticolarmente miglioratoallora secondo me ne ho migliorato ètanto quello che ti senti la maggiore èla seconda pacca sulle spalle che tiè brava ad esso si esatto no miglioratetante ma perché effettivamente era tuttonuovo quindi sono migliorate tante cosesecondo me una tra tutte è veramente laquestione comunicazione su cui allorac'è ancora tanto da lavorare peròdiciamo che se non altro fatto dei passicioèho preso una direzione e continuo comedire studiare ed andare avanti peròcredo che se non avessi fatto questocorso comunque non avesse intrapresoquesta attività non so se e quando maici sarei arrivata sicuramente al puntodi vista comunicativo haifa 0 facendovideo eh si si sta trovando la questo èl'anno dei video un po alla voltase ti dovessi dare un consiglio a chiinizia in questo momento che si volesseavvicinare a questa professione o un pocome se anche dicessi qualcosa adalessia di tempo fa si allora unconsiglio sicuramente ma si sarà giàintuito è formazione cioè formazioneassolutamente perché io credo che perquanto possiamo immaginare un attività oper quanto possa essere simile a quelloche facciamofinché qualcuno di esperto non ci dà ledritte giuste secondo ma rimaniamo un poincagliati e poi un'altra cosava beh questo è un po più personale epoi va molto a carattere ma comunque dinon farsi spaventare troppo da quelloche è la novità questo me lo dico a meperché io invece con le novità spessoperdo un po la brocca però sì insommaprovarci comunque tanto alla finemal che vada va beh sarà stato un flopperò sicuramente non è non è una cosacosì vincolante per la vita ecco quindiperò si formazione prima di tuttosecondo ma io io ci credo tantissimoquesta cosa quello che dici anche suldiscorso delle delle paure che tu dicevauna cosa un po tua in realtà fossero piùpersone che sono impaurite all'inizioperché qualcosa di nuovo è che cispaventa sempre quello che è nuovoperché non sappiamo che forma possaprendere tu dici comunque che in ognicaso poi alla fine hai un'esperienza aicomunque acquisito un qualcosa che tidice bene almeno provato mi sono resaconto se va bene se non va bene però ècomunque sempre meglio che a rimanereferma essiguardare insomma li aspettare che accadaqualcosa alessia potresti dare un linkdi riferimento per poter conoscere ilpotere di conoscerti meglio insommaquello che la tua attivitàok allora il mio sito www lo stage inverona.it e lì ci sono appunto un po diprima e dopo è un po di quello cheinsomma riassunto molto bene perché cista ascoltando in movimento e non haavuto la possibilità di prendere appuntidi dove poter provare alessia può farlotranquillamente perché troverà tutti ilink in descrizione io ancora non mi eropresentato sono giuseppe franco lei eraad esser perlini che ringrazio ancoraper averci donato questa sua storiapersonale di ispirarci ciao alessia eciao a tutti voi ciao grazie per averascoltato fin qui tutti i link e lecitazioni li troverai anche in fondoalla descrizione dell episodioti ricordo che questo podcast è statorealizzato grazie alla home stagingschool il punto di riferimento per laformazione di home stager professionistiil sito e home staging sky.it in più seavrai voglia ti invito a lasciare il tuovoto e recensione a cinque stelle suitunes e di condividerlo con i tuoiamici così da sostenere anche tu lestorie ed i racconti della professionedi home stager

Fonte:

La scoperta, un nuovo mondo… Una moltitudine di competenze, un approccio differente rispetto all’architetto, fa scattare in Alessia la voglia di intraprendere la strada dell’Home Staging.

In questo episodio:
1) Non solo progettazione,, ma progettazione che finisce in realizzazione pratica
2) Un cambiamento che gratifica persino a livello personale oltre che lavorativo.
3) Al bando le paure del cambiamento. Formarsi e provarci

LINK E CITAZIONI:
Il sito di Alessia Perlini:
= www.homestagingverona.it

La pagina Facebook:
= @homestagingverona

Il profilo Instagram:
= alessiaperlini

Il profilo YouTube:
= Home Staging Verona

Il profilo Houzz:
= Arch Alessia Perlini Home Staging Verona

Il sito Storie di Home Stager
= www.storiedihomestager.it

La pagina dell’Home Staging School
= www.homestagingschool.it/corsi/

Related posts

Leave a Comment